Perchè

Devo dire che sono stato molto titubante prima di crearlo, mi pareva di essere uno dei tanti presuntuosi che affollano il mondo dei cavalli e che vogliono insegnare tutto a tutti, cosa che non è nel mio carattere.


Nella mia ormai lunga carriera di cavaliere ho fatto un po’ di tutto, sono stato allievo ed istruttore, ho partecipato e manifestazioni e ne ho organizzate, ho montato cavalli di tutti i tipi, sono caduto molte volte ed in alcune occasioni mi sono fatto veramente male, ho accudito cavalli, ne ho curati e rimessi in forma, ho medicato cavalieri e cavalli, ho viaggiato un po’ ed a volte ho sognato di viaggiare.




Mia figlia dice che assomiglio un po’ad un gufo, che osserva tutto ciò che accade intorno, senza scomporsi, senza farsi notare troppo ed intervenendo solo se occorre; nero, perché sono scuro di capelli, barba ed occhi, un Gufo Nero appunto.


Tante volte ho parlato e sentito parlare di ippovie, percorsi, itinerari, viaggi fatti o possibili, ma quasi mai ho trovato le informazioni necessarie e sufficienti per partire senza tanti problemi; tante volte ho visto pubblicizzati itinerari che erano solo sulla carta; tante volte ho visto realizzati itinerari, anche interessanti, lasciati poi senza un seguito e senza le necessarie informazioni perché altri potessero ripeterli; tante volte ho richiesto informazioni e mi sono sentito rispondere <per ora è solo un progetto> <è tutto praticabile, ma ancora non c’è una mappa> <si, è stato fatto da alcuni, ma ….> ed altre argomentazioni del genere, altre volte le mie richieste di informazioni ai siti di enti dove erano pubblicizzate ippovie o percorsi equestri, sono rimaste senza risposta.




In tutti questi anni ho maturato la convinzione che province, comuni, comunità montane, enti parco, ecc., siano interessati al Turismo Equestre solo come un qualcosa da mettere in vetrina, che presentino studi e progetti possibili da realizzare o che realizzino realmente qualcosa, magari usufruendo di fondi europei, ma poi lo abbandonino a se stesso in favore di altre novità; ho constatato come non esista una mentalità ed una politica della continuità e della manutenzione di quanto già realizzato; verificare, correggere e tenere agibile un percorso equestre costa tempo, fatica e denaro, più facile farne uno nuovo. Nessuno viene tenuto in gran conto come manutentore, più gratificante un nuovo progetto, più possibilità di mettersi in mostra!


Qualche percorso l’ho realizzato anch’io, anche con il contributo (forse neppure sufficiente per il recupero delle spese) di enti pubblici, con un certo successo, ma quando alcuni anni dopo ho avanzato una proposta di revisione e miglioramento, è caduta nel nulla, così ho deciso di lanciarmi nell’avventura di questo sito, Compagnia del Gufo Nero , per proporre itinerari a cavallo, realmente fatti, chiari; magari pochi, ma con le informazioni necessarie e sufficienti perchè qualunque cavaliere con un po’ di pratica e di esperienza possa ripercorrerli.


La mia idea è di offrire la possibilità a qualunque cavaliere di buona volontà, di proporre un proprio itinerario; sono certo che esista un patrimonio amplissimo, non valorizzato, di conoscenze, in questo campo e sono altrettanto certo che moltissimi cavalieri conoscono percorsi bellissimi, di tutti i tipi, dai più facili a quelli molto impegnativi, ma che si sono limitati a percorrerli una o più volte senza curarsi troppo di diffondere queste conoscenze.




La Compagnia sarà ben lieta di offrire la propria collaborazione ad enti o privati che volessero usufruire dell’esperienza accumulata in tanti anni, per realizzare nuovi itinerari o mantenere e migliorare quelli esistenti.


Chi vuole collaborare proponendo itinerari o scritti sarà il benvenuto, mi riservo solamente il diritto/dovere di verificare l’attendibilità delle proposte: non basta descrivere un itinerario e dire “vi porto io”, chiedo la documentazione necessaria perché chiunque possa percorrerlo in autonomia; offro la mia collaborazione in caso il proponente non sia troppo a suo agio con mappe e bussola.


Non mi resta che invitarvi a visitare le altre pagine del sito e segnalarmi errori, omissioni e magari anche se vi è piaciuto.

Il Decalogo del Gufo Nero

© 2018 Riccardo Saragoni C.F. SRGRCR49P25H199A Tutti i diritti riservati. - Area riservata -